UGO TARQUINI, UN GIOIELLO A TORRE DEL LAGO

Torre del Lago, Festival Puccini 2016 – Tosca

“…Eccellenti le parti secondarie, capitanate da uno dei migliori Spoletta che io ricordi, Ugo Tarquini: il timbro più “importante” di quanto si ascolti in genere in questo ruolo, una scansione del testo di millimetrica precisione, insieme all’accompagnamento “secco” (termine previsto in partitura) staccato e marcato del direttore hanno hanno fatto del breve racconto di Spoletta un gioiellino di suspense musicale…”.

Connessi all’Opera, Nicola Lischi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *