BIOGRAFIA

FORMAZIONE
Inizia l’attività corale e lo studio del pianoforte all’età di 8 anni. Intraprende lo studio accademico del canto presso il conservatorio Licinio Refice di Frosinone diplomandosi brillantemente con il M° Silvia Ranalli. Compie successivamente gli studi di perfezionamento sotto la guida di prestigiosi interpreti quali Nicola Martinucci, Alfredo Zanazzo, Lucetta Bizzi e Alberto Gazale. Ai titoli di studio artistici affianca una laurea in ingegneria delle telecomunicazioni.

COLLABORAZIONI
Ha all’attivo collaborazioni con importanti Enti e Fondazioni liriche (tra le quali il Festival Pucciniano, As.Li.Co, Teatro Regio di Parma, Teatro Regio di Torino, Muscat Opera House, Arena di Verona, Bolshoj di Mosca, Seoul Arts Center) prendendo parte a produzioni sotto la direzione di direttori quali Stefano Montanari, Matteo Beltrami, Carlo Goldstein, Andrea Battistoni, Valerio Galli, Bruno Nicoli e prestigiosi registi (Mario Martone, Ettore Scola, Enrico Stinchelli, Ivan Stefanutti, Vivien Hewitt).

ESPERIENZE PROFESSIONALI
Ha interpretato ruoli principali quali Rodolfo in “Bohéme” di Puccini a Viareggio per il 155° anniversario dalla nascita del compositore (produzione del Festival Pucciniano di Torre del Lago, stagione 2014, direzione Valerio Galli; nello stesso ruolo è cover di Fabio Armiliato nel 60° Festival Pucciniano di Torre del Lago e di Vittorio Grigolo al Pompei Opera Festival) e presso il Teatro Ariston di Sanremo; nel 2015 ricopre il ruolo di Tamino in “Die Zauberflöte” di Mozart presso Muscat Opera House in Oman, Don Basilio-Curzio ne “Le Nozze di Figaro” presso il Teatro Regio di Parma e i teatri del Circuito Lombardo per la ripresa dell’acclamato allestimento del Teatro San Carlo di Napoli diretto da Mario Martone, Goffredo nel “Rinaldo” (Händel) presso il Seoul Art’s Center Theatre; ha inoltre interpretato i ruoli di  B.F.Pinkerton nella “Madama Butterfly” (Puccini), Don Carlo  nell’omonimo capolavoro verdiano. Nel 2016 è Kalaf nella “Turandot” di Busoni per la stagione del 62° Festival Pucciniano di Torre del Lago per la esclusiva riproposizione.
Nel 2017 indossa le vesti del tenore protagonista nella produzione di “Ettore Majorana, cronache di infinite scomparse” (opera contemporanea di Roberto Verano, produzione As.Li.Co, ed. Ricordi) presso il circuito dei teatri della Lombardia e il Teatro Sociale di Trento.
Nel 2018 è Roberto ne “Le Villi” di Puccini presso il Teatro Nacional Rubén Darío a Managua, Nicaragua  per la stagione operistica in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano e Don Josè nella “Carmen” di Bizet (As.Li.Co, OD Production) andata in scena presso prestigiosi enti lirici quali il Teatro Regio di Parma e il Teatro Grande di Brescia e trasmessa su canale televisivo Rai5.
Tra i più interessanti impegni del 2019, da evidenziare quello nel ruolo di B.F.Pinkerton nella “Madama Butterfly” presso il Haifa Auditorium, una delle più prestigiose realtà musicali di Israele, e il debutto come protagonista assoluto nell’inedita opera contemporanea “Tredici Secondi” di Marco Benetti, prodotta da Biennale Musica, in scena in occasione della Biennale di Venezia.
Il 2021 lo vede co-protagonista nell’opera “Alice” di Matteo Franceschini in scena presso il teatro Comunale di Bolzano. Tra gli altri impegni, quelli di maggior rilievo i ruoli di Don José nella “Carmen” di Bizet in scena presso il “Taranto Opera Festival” e di Rodolfo nella “Bohème” di Puccini presso il Haifa Auditorium per una produzione firmata “Haifa Simphony Orchestra Foundation”.

ESPERIENZE FORMATIVE 
Distintosi come allievo dell’Accademia di alto perfezionamento del 61° Festival Pucciniano di Torre del Lago, viene scritturato nella stessa stagione del Festival come Rinuccio nel “Gianni Schicchi” al fianco di artisti quali Amarilli Nizza e Alberto Mastromarino, diretto dal M° Bruno Nicoli.
A seguito del concorso internazionale As.Li.Co. 2013 viene selezionato per prendere parte alla produzione de “L’Olandese volante” di R.Wagner nel ruolo di Erik e quindi scritturato per la stagione operistica presso il Teatro Sociale di Como e per il progetto “Opera Domani”, per il quale progetto sarà impegnato presso alcuni dei più importanti teatri italiani (per citarne alcuni, il Teatro Regio di Torino e il Teatro Comunale di Bologna). Visto il consenso ottenuto nel ruolo, sarà scritturato dall’Opernhaus di Magdeburg, in Germania, per la stessa versione del titolo in lingua originale “Der Fliegende Hollander”.
A partire dal 2013 viene selezionato per prendere parte del cast artistico della “Fondazione Luciano Pavarotti” per volontà di Nicoletta Mantovani. Per conto della suddetta Fondazione, tra i tanti eventi, calca le scene dell’Arena di Verona nella serata di apertura della stagione 2013 Areniana, del Teatro Bolshoj di Mosca, come unico tenore italiano, in due prestigiosi concerti celebrativi di Pavarotti e presso il Teatro Ruben Dario a Managua, Nicaragua, per un concerto sempre a omaggio del grande Maestro in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano.